• Savini, che è pittrice per eccellenza della più grande crisi d’identità che abbia mai afflitto i due sessi come nell’epoca attuale; tratteggia la sua visione di un mondo che riflette la crisi dell’uomo e della donna, non più in sintonia con i valori della tradizione e nel contempo non completamente sicuri dei nuovi valori che li vedono cambiati, ma ancora non in possesso della loro nuova identità come questa si prospetta nel giungere dei tempi nuovi.  R. Mascialino

  • Artista dall’attualissima e per certi versi anche audace visione del mondo. I suoi dipinti riflettono una visione del mondo articolata e profonda, ricca di fini risvolti simbolici.  Importante tra le ulteriori prospettive artistiche presenti nella sua produzione sono la sua visione sia dell’uomo attuale la cui crisi di valori identitari essa esprime nelle sue tele raffigurando un uomo non più sicuro di sé come un tempo, sia della donna attuale che acquisisce anch’essa nell’opera della Savini  tratti psicologici non più totalmente in linea con il suo passato tradizionale.  R. Mascialino

  • Il tuo lavoro ha una contemporaneità che richiama non visioni storiche o analisi critiche, ma una lettura neuroscientifica con neuroni specchio dalla velocità di approccio superiore ai tempi di una estetica tradizionale. I lavori interessanti che ho visto non hanno rilevanza storica, non seguono una logica deduttiva, ma hanno un carattere fenomenico mediato dalla coscienza. É tutta un'altra storia!  Nerio Rosa
  • Incisione. Dedicata e appassionata ad argomenti e settori così importanti, preziosi. In un tempo così dinamico che tutto consuma e divora, il tuo occhio attento consegna, e custodisce, la memoria di luoghi e di simboli, di un altrove che sembra diventare lontano, e di cui ne sigilli invece il valore e la ragione del sempre. D. Giaco
  • Daniela Savini è capace di mettere in campo nelle sue opere tutte queste domande ponendo l’uomo nudo di fronte a se stesso e al suo difficile percorso di vita. E’ una giovane testimone del suo tempo, un’età in cui sono poche le certezze, molti gli interrogativi e rare le risposte.   R. Fiorini

Mirror face to face 2017 - Tallin (Estonia) e Vicenza 29 giugno 2017

Mirror face to face 2017 a cura di Valeria Bertesina

  • Thursday 29 June at 7 pm at Qu.Bi Gallery -> The inauguration of the exhibition;
  • Friday 30 June at 7 pm at Qu.Bi Gallery -> Presentation of Vlado Goreski (artist and project leader of 2016 Italian and Macedonian artists exhibition "Mirror Face to Face") and Inga Heamägi (artist and project leader of this edition) who will show their works and talk about the printmaking.
You are all invited!
  • giovedì 29 giugno ore 19.00 presso Qu Bi Art Gallery -> Inaugurazione dell'esposizione;
  • venerdì 30 giugno ore 19.00 presso Qu Bi Art Gallery -> Presentazione al pubblico di Vlado Goreski (artista e co-curatore dell'edizione 2016 di Mirror face to face Italia/Macedonia) e Inga Heamagi (artista e co-curatrice di questa edizione) i quali mostreranno e parleranno delle loro opere e dialogheranno con il pubblico sul tema della stampa d'arte.

Siete tutti invitati!

 (https://www.facebook.com/mirrorfacetoface/?hc_ref=SEARCH) e sul sito della rassegna (www.qubimedia.it/mirrorfacetoface)

TALLINN, National Library, exhibition from 14.04.2017 to 06.05.2017. Vernissage 17.04.2017.
La prima esposizione di Mirror Face to Face si terrà a Tallinn, presso la National Library, dal 14.04.2017 al 06.05.2017. Vernissage il 17.04.2017.
A Vicenza, invece, presso Galleria Qu.Bi, Palazzo Bissari, dal 29 giugno al 16 luglio. Vernissage giovedì 29 giugno.

MIRROR FACE TO FACE

Italian and Estonian Artist Exhibition

Il linguaggio universale dell’arte unisce le culture che si incontrano nelle loro espressioni artistiche.

Il Club for Unesco di Vicenza prosegue il confronto internazionale sulla grafica d’arte proponendo per questa seconda edizione gli sguardi degli artisti italiani ed estoni.

Lo specchio è la porta di passaggio tra mondo reale e immaginario. Contrapposizione tra occhio e sguardo, esteriorità e interiorità, oscillazione tra il vedere (riflettere) e il comprendere (far riflettere), lo specchio svela ciò che è oltre il campo figurativo rappresentato nel quadro, dilatando lo spazio e offrendo allo spettatore sdoppiamenti percettivi. Sessanta artisti sono invitati a proporre al pubblico la propria opera favorendo il confronto sulla stampa d’arte attraverso temi, tecniche, prospettive interpretative differenti.

La mostra sarà curata da Valeria Bertesina, ideatrice del progetto (già curatrice della Biennale Internazionale di Carta - Papermade di Schio, Vicenza), mentre la mostra estone sarà curata da Inga Heamagi (Presidente dell’Association of Estonian Printmakers) con la supervisione della selezione degli artisti italiani ed estoni, invitati ad esporre presso le rispettivi sedi. Il Club for UNESCO di Vicenza e l’Association of Estonian Printmakers, con il supporto di altri Enti e Istituzioni, sono i riferimenti organizzativi, rispettivamente per l’Estonia e l’Italia. Mirror-Face to Face prosegue le indicazioni della Convenzione UNESCO 2005 sulla Diversità delle Espressioni Culturali e la Convenzione del Consiglio d’Europa sul Valore dal Patrimonio Culturale per la Società.

L’obiettivo di Mirror-Face to Face, in conclusione, è quello di creare un’occasione di “dialogo artistico” e promuovere la diversità culturale quale patrimonio dell’umanità e precondizione per la pace e la giustizia sociale.

https://qubimedia.it/mirrorfacetoface/
https://qubimedia.it/mirrorfacetoface/gallery/